Opere di mitigazione del rischio idraulico nel territorio comunale di Olbia – Progetto preliminare

  • Anno: 2015
  • Committente: Comune di Olbia

Le opere in progetto sono costituite da quattro vasche di laminazione: due poste sul rio san Nicola e due sul rio Seligheddu, dimensionate per eventi con tempo di ritorno di duecento anni e tali da far defluire verso valle una portata pari a quella di 50 anni di tempo di ritorno dei rispettivi corsi d’acqua. Tale progettazione è stata effettuata in accordo con i progetti di adeguamento del reticolo urbano di valle. Le caratteristiche principali delle quattro aree di laminazione sono di seguito riportate:

Area di
laminazione
Qammissibile
(mc/s)
Q200-ingresso
(mc/s)
Volume invaso
(mc/s)
Superficie
(ha)
VSE_155152350'00018
VSE_21045.5210'0009.2
VSE_35591.2160'0007.1
VSE_44568100'0007.2

La progettazione delle vasche segue come iter procedurale la normativa regionale LR n°12 del 31 ottobre 2007 che classifica le 4 vasche di laminazione come tipologia II (invasi di laminazione delle piene) categoria e come criteri di dimensionamento le norme tecniche del regolamento dighe secondo l’aggiornamento del Decreto del MIT del 26/6/2014.Le aree di laminazione sono necessarie a rendere compatibili allo smaltimento delle portate di progetto con tempo di ritorno di 200 anni le sezioni del Riu Seligheddu e del Riu San Nicola adeguate alle portate con tempo di ritorno di 50 anni. L’ubicazione e individuazione di tali aree hanno seguito i seguenti criteri progettuali:

  • Fattibilità: ovvero l’individuazione di aree idonee dal punto di vista topografico alla realizzazione dei volumi di accumulo richiesti senza la necessità di realizzare grandi opere di sbarramento (altezza massima dei rilevati 5-8 m) e di scavo;
  • Efficacia idraulica: ovvero l’individuazione di aree il più possibile prossime alle aree di criticità; in questo caso infatti il sistema di laminazione è in grado di laminare il maggior volume derivante dalla maggiore area drenata limitando gli effetti di aumento del picco di portata a causa del bacino residuo.

Le aree previste sul reticolo del Riu Seligheddu (“VSE_1” e “VSE_2”) sono ubicate in aree che attualmente hanno un utilizzo di tipo rurale e la realizzazione delle opere di laminazione non compromette a priori tale utilizzo, infatti ad opere ultimate la frequenza di allagamento delle aree destinate alla laminazione sarà associata ad un tempo di ritorno pari a 50 anni, essendo il reticolo di valle adeguato almeno per le portate con tempo di ritorno di 50 anni.Le aree sul reticolo del Riu San Nicola e Riu Abba Fritta (“VSN_1” e “VSN_2”), poste a confine del tessuto urbano del comune di Olbia e soprattutto per l’area di laminazione posta sul Riu San Nicola (“VSN_1”), saranno opportunamente attrezzate ad aree multifunzione con differenti valenze di carattere ambientale e sociale.Per il dimensionamento delle vasche è stata fatta una analisi idrologica con la stima dell’idrogramma critico ai fini del volume, modificando la durata critica. Si nota come per le vasche sul rio Seligheddu l’idrogramma che massimizza il volume è quello critico per il volume, mentre per le vasche sul rio San Nicola l’idrogramma che massimizza il volume è quello critico per le portate.La valutazione degli effetti di laminazione sull’idrogramma di progetto, per i differenti tempi di ritorno, è stata effettuata tramite un modello numerico che permettesse l’implementazione della relazione tra portate in ingresso, portate in uscita e volume invasato.

TOP